#132 Monastero di Vella

Posizione

Vicino a Kalpaki, su un verde pendio, si estende uno dei piu importanti monasteri della regione, il Monastero di Vella. Di particolare importanza e la posizione in cui si trova il monastero, dal momento che e stato costruito sulle rovine dell'antica citta che portava lo stesso nome.


Informazione di costruzione

Il monastero e notevole sia dal punto di vista architettonico che delle sue dimensioni. E' un esteso complesso di edifici, nel quale risaltano la chiesa centrale e l'area del patio formato ad ovest.

Dal punto di vista architettonico, la sua chiesa centrale e' una basilica a tre navate che comprende la chiesa principale e il santuario.Tutti i suoi spazi vengono dipinti da affreschi,tra cui spicca la raffigurazione di antichi storici greci e filosofi.

D' estetica unica e l'iconostasi di legno intagliato, dorato, tipico dell'arte del XVII secolo.

Informazione istoriche

Il monastero ha un ricco sfondo storico-culturale. Inizialmente, formo una diocesi autonoma fino al 1834. Poi si fuse con l'Arcidiocesi di Pogoniani. Nel 1863, si stacco ancora e rimase indipendente. Nel 1936, si riunira alla Cattedrale di Dryinoupoli, Pogoniani e Konitsa. Oggi, il Monastero di Vella appartiene alla Metropoli di Ioannina.

Il Monastero si distinse per il suo importantissimo progetto educativo-culturale che compi per secoli. Dal 13° al 17° secolo, costrui una scuola dove tra l'altro si insegnavano religione ed anche filosofia. Lo sfondo intellettuale della scuola si riflette anche negli interessanti affreschi di storici e filosofi nella chiesa centrale del monastero, un fatto che indica l'organizzazione, in periodi turbolenti, dello spirito storico e filosofico.

All'infuori del suo grande capitale intellettuale, il Monastero possedeva anche un considerevole benessere. Era perfino in possesso del terreno del Monastero della Trasfigurazione di Cristo a Rimnico Sarat di Vallachia. Sotto contratto, ogni anno il Monastero della Trasfigurazione di Cristo cedeva una somma di denaro al monastero di Vella.

La continua presenza del monastero nella vita religiosa e culturale della regione fu bruscamente interrotta nel 1817, quando i monaci dovettero abbandonarlo per ritirarsi a Corfu, dopo i pericoli affrontati da Ali Pasha a causa del loro rifiuto a cedere le proprieta della chiesa.

Si tento di ricostituire il disorganizzato Monastero dal Metropolita di Vella e di Konitsa Spiridon Vlachos, fondando nel 1911 il seminario di Vella che sara frequentato da aspiranti insegnanti e preti della scuola primaria, che faranno liturgie nelle regione circostanti. Con un decreto presidenziale del 1977, fu diviso in un liceo ecclesiastico di 4 classi e in una pedagogica accademia ecclesiastica da 3 classi. Il seminario gioco un ruolo attivo nella regione, essendo uno sfogo spirituale significativo in tempi turbolenti. Opero per 78 anni, dal 1911 al 1989, e cesso l'attivita solo tra le 2 guerre. L'attivita educativa ebbe luogo inizialmente nelle celle del monastero, mentre tra il 1928 ed il 1982 furono eretti nuovi edifici, in previsione di far alloggiare 200 ragazzi.


Informazioni supplementari istoriche, culturali, turistiche

 

 

 

 

 

 

 


#133 Monastero di Iakovos

Posizione

In un'area verdeggiante ai piedi della collina, tra i villaggi di Doliana e Parakalamos si trova il monastero di Iakovou.

 

Informazione di costruzione

Del piccolo monastero dedicato all'Assunzione di Maria, solo la chiesa centrale rimane oggi.

E' una basilica a navata unica sul pendio ovest sul quale si trova la tradizionale loggia.

La decorazione interna e limitata, mentre i pochi affreschi sono in povere condizioni. Tra loro si trova il dipinto di San Cristoforo con la testa di cane. All'interno, si trova il tempio dalla distinta estetica, costruito dai fratelli Taliadori provenienti da Turnovo di Konitsa. Angeliki Hatzimichalis indicativamente riporta che: " La sua delicata esecuzione segue l'austerita e la semplicita dei motivi della decorazione bizantina. Sebbene disegnata nel tardo 18° secolo, e altamente evocativa dei rilievi di marmo di Agios Vasilios di Arta." (Hadjimichali A.: La sculpture sur bois, p. 116)

Informazione istoriche

 

Informazioni supplementari istoriche, culturali, turistiche

[Πρόσθετα στοιχεία ιστορικού, πολιτιστικού και τουριστικού ενδιαφέροντος]


 

 

 

 


#134 Monastero Sosinos

Posizione

In una posizione prominente sulla cima del monte Sosinos vicino al villaggio di Parakalamos, si trova il monastero di Sosinos


Informazione di costruzione

Dal punto di vista architettonico, la costruzione iniziale, ad eccezione delle celle e delle camere ausiliarie, includeva le alte mura che formavano una parte della fortificazione del monastero. La sua chiesa centrale e a croce inscritta con una cupola e consiste nella navata, nartece e nartece esterno. La navata e dominata da quattro pilastri che sorreggono l'alta cupola.

All'interno del monastero, la scarsa luce e le decorazioni elaborate creano un'atmosfera di devozione e religiosita. Gran parte dell'interno e pieno di dipinti a carattere religioso, tra i quali risalta l'affresco dedicatorio del nartece, dove sono dipinti i suoi fondatori Ioannis Kondaratos, Emmanuel Kondaratos e Kiritzis Ioannakis che probabilmente ursuporono il titolo. Inoltre il monastero aveva una ricca libreria con rari manoscritti, icone, paramenti e sacri recipienti, che erano indicativi della grandezza che caratterizzava il monastero. Comunque il suo tesoro raro non si e salvato, dal momento che fu depredato e distrutto.

Il Monastero di Sosinos e un monumento storico (Officiale Gazetta 404/6-7-62 ex-re)


Informazione istoriche

Sono sopravvissuti pochi resoconti sulla data iniziale del monastero, comunque le fonti indicano che fu costruito prima del 1430, ma si sa con maggior certezza che fu distrutto e ricostruito nel 1598 da Ioannis Simotas.

Il monastero era dedicato all'Annunciazione. Deve il suo fascino speciale ad una serie di sigilli e decreti patriarcali, il piu importante dei quali il suo riconoscimento sotto l'abito del Patriarca nel 1598, che rafforza la sua posizione come monastero ed aumenta i suoi privilegi. Dal 1925, viene sotto la giurisdizione del Monastero di Vella e di Konitsa.

A parte il suo ruolo religioso, il monastero ebbe un importante compito sociale ed educativo, dal momento che per 126 anni fu il centro spirituale della regione, e non fu solo frequentato da numerosi studenti, ma anche grandi insegnanti vi insegnarono.

Il momento piu alto del monastero fu bruscamente interrotto arrivando ad un punto di rottura nel 1955 quando le sue terre furono assegnate ai contadini.

Informazioni supplementari istoriche, culturali, turistiche

 

{google_map}39.838194,20.546775/google_map}

 

 

 


#135 Monastero di Profeta Ilias (Parakalamos)

Posizione

Sul tradizionale insediamento di Paidonia vicino al villaggio di Parakalamos, su di una collina rocciosa si trova il monastero di Paidonia.

Informazione di costruzione

Del complesso del 1732, solo la navata e rimasta intatta, come anche le rovine dell'infrastruttura piu antica. Il tempio principale e piccolo ad un'unica navata compresi la navata ed il santuaro. L'interno non spicca dal momento che dell'iniziale agiografia, solo poche sono rimaste in buone condizioni, mentre il tempio ha ricevuto delle aggiunte piu tardi, come l'iconostassi.

Informazione istoriche

L'attuale monastero in rovina non evoca neanche lontanamente il suo passato prosperoso, dal momento che secondo la tradizione aveva il maggior numero di beni immobili, agnelli e capretti.

Secondo Aravantinos (Descrizione di Epiro, Parte 1, pp.161,1866) fu fondato nel 1732 e nel 1874 fu annesso al Monastero di Sosinos.

"Il piccolo monastero del profeta Elia, vicino al Pogdoriani e sotto la giurisdizione di Sosinos, un edificio del secolo scorso, fu eretto nell'anno 1732."

Il Monastero del Profeta Elia era benestante, con un gran numero di beni immobili ( 60 vigneti, 727 ettari in totale) e molte capre e pecore, che "in estate venivano munte sul monte di Psilotera - sopra il monastero - e da li il latte veniva trasferito al monastero attraverso dei tubi".

Informazioni supplementari istoriche, culturali, turistiche

 

 

 

 

 

 


#136 Mulino ad acqua (Kouklioi)

Posizione

Costruito sopra la valle fertile ai piedi di Kasidiaris, ad una altitudine di 420 m. sono il Kouklioi, che sono 52 chilometri. lontano da Ioannina.

Speciale e l'area di rubinetto "Ganatia", dove si trova il parco ricreativo della comunita. Appena sotto la fontana si trova la pietra costruita mulino di Koukliioi, per ricordare i bei vecchi tempi.


Informazione di costruzione

L'edificio principale del mulino e rettangolare, costruito in pietra. La struttura del tetto e stato adattato per l'architettura locale, cioe inclinata legno Piastrelle.

Il meccanismo di un mulino ad acqua e diviso in due parti: il motore che consisteva della girante con i componenti operativi, e la macinazione che comprendeva le macine, di nuovo con i suoi accessori. C'erano sistemi ausiliari, come ad esempio la regolazione di mole, la trasmissione e trasformazione del moto, arresto ecc, che varia da regione a regione.


Informazione istoriche

 

Informazioni supplementari istoriche, culturali, turistiche

Quasi ogni villaggio ha sorprese che sfidano / causare il visitatore alla scoperta di loro.

Kefalovryso, il vecchio grande villaggio della zona svolge un'intensa attivita economica anche oggi, perche, a parte le attivita zootecniche, ospita la fabbrica di lavorazione, il ben noto "industria metallurgica", nella quale sono stati fabbricati monete in euro.

Dolo e uno dei borghi piu belli della regione. Dal 1978 si tratta di un insediamento tradizionale funzionalita, grazie alle sue notevoli caratteristiche architettoniche, che erano scorte.

Oltre a opere della gente, Dolo e anche dotato dalla natura, che ha dato un paesaggio unico che si forma intorno burrone Kouvaras '.

Villaggio Palaiopyrgos ha anche un forte interesse archeologico, come sulle rive del fiume Gormos, in Plasi e Palioura posizione, gli scavi archeologici hanno portato alla luce due insediamenti dell'eta del ferro precoce.

Delvinaki e stato il centro storico di Pogoni per anni.

Un villaggio che si distingue sia per la sua rara bellezza e il suo patrimonio architettonico e Visani.

Nel villaggio di Oreokastro ci sono le fonti di Glava, da cui si forma Gormos River.

Uno dei piu importanti centri economici e amministrativi della regione e la sede del Comune di Ano Kalamas e Parakalamos che si trova ad una altitudine di 400 m. ed e 45 km. lontano da Ioannina.

Un gioiello naturale unico della zona e Zaravina Lake. Il lago e compreso nell'area della rete Natura 2000, sotto il nome di "Monte Douskon, Oraiokastro, Meropi foresta, Gormos pianura, lago di Delvinaki (GR 2.130.010)" banda infatti e uno dei motivi principali per l'integrazione della regione nella rete europea di aree protette.

In una zona ricca di vegetazione e la natura affascinante, ci sono la gola e le cascate di Kalamas.

Uno dei piu belli villaggi della regione, Pogoniani, si distingue sia per il suo ambiente naturale e il suo contributo culturale.

Costruito ad anfiteatro, in prossimita delle frontiere greco-albanese, si trova villaggio Staurodromi. Tra i suoi edifici, San Ioannis 'la chiesa battista spicca, che e stato costruito nel 1183 ed e uno dei piu antichi monasteri in Epiro.

Vicino alla stazione di frontiera e l'usanza del Kakavia, c'e villaggio Ktismata. Nella regione la macchia dell'antica cultura greca e evidente, perche evaluatively, in Ktismata sono conservati i ritrovamenti piu importanti di Pogoni. Ci incontriamo reperti dell'antica citta "Kastri", che e la seconda piu antica citta dell'Epiro.


 

 

 

 


#137 Monastero di San Nicola (Kouklii)

Posizione

Ai piedi del pendio verdeggiante, vicino al villaggio di Kouklii si trova il monastero di San Nicola.

Informazione di costruzione

All'interno del monastero si trova la rappresentazione di San Nicola, mentre e d'interesse l'illustrazione della Chiesa che risale al 1756. Elaborato, inoltre, e il tempio scolpito d'oro. Il monastero ha straordinarie reliquie prese dalla chiesa della Vergine di Kouklii. I paesani pensavano che San Nichola fosse una persona che compiva miracoli ed i suoi miracoli non sono pochi, il loro ricordo e ancora vivo.

Informazione istoriche

Secondo la tradizione, all'interno, una cripta porta ad una stanza sotterranea che aveva la funzione di "scuola segreta". Il monastero e una basilica a navata unica ed ha un portico sul lato sud sul quale e scritta con errori la Terza ode della festa della Purificazione della Madonna.

"ΤΟ ΣΤΕΡΕΩΜΑ ΤΩΝ ΕΠΙ ΣΟΙ ΠΕΠΟΙθΟΤΩΝ ΣΤΕΡΕΩΣΟΝ ΚΥΡΙΕ ΤΗΝ ΕΚΚΛΗΣΙΑΝ, ΗΝ ΕΚΤΗΣΩ ΤΩ ΠΜΙΩ ΣΟΥ ΑΙΜΑΠ,.

"ΗΟΥΛΗΟΣ 17-13 Ι ΕΤΟΣ 1756 - ΑΨΝΣΤ"

Del complesso storico, oggi sopravvive solo la chiesa centrale e le rovine degli spazi ausiliari che servivano il vecchio monastero.

Informazioni supplementari istoriche, culturali, turistiche

 

 

 

 

 


#138 San Nicola (Dolo)

Posizione

Nel villaggio di Dolo, all'interno del complesso residenziale si trova la chiesa di San Nicola.


Informazione di costruzione

La tradizionale chiesa e stata eretta al posto di una chiesa piu antica, la cui data non e certa, ma prima del 18° secolo. Dopo il 1740, nella forma originale ebbero luogo i lavori di espansione, mentre la forma attuale risale al 1814. La nuova chiesa e in pietra e legno ed e di tipo post-bizantino, come formulato nella regione di Epiro. E' una basilica con una sola cupola che rimane su 3 pilastri. Esternamente, e visibile la loggia absidale con oggetti appuntiti sul tetto.

Internamente, e visibile il santuario che spicca dalla navata con il tempio in legno scolpito, che caratterizza anche il gineceo e androne. Gran parte dell'interno e coperto di affreschi mentre il tempio e adornato con quadri d'interesse disegnati dal pittore Kouros nativo di Dolo.


Informazione istoriche

 

Informazioni supplementari istoriche, culturali, turistiche

[Πρόσθετα στοιχεία ιστορικού, πολιτιστικού και τουριστικού ενδιαφέροντος]

 

 

 

 


#139 Nanoulos Mulino

Posizione

Nel villaggio di Dolo e uno dei ponti piu famosi della zona. Il ponte di Nonoulos, costruita nel 1880, colma il flusso di Kouvaras. Accanto al ponte e il tradizionale mulino ad acqua di Nonoulo.

La zona e facilmente raggiungibile da un sentiero lastricato che parte poco prima del paese di Dolo.

Informazione di costruzione

Il mulino ad acqua e la prima macchina di produzione costruita dall'uomo utilizzando energia naturale, mite e rinnovabile. Con la potenza generata dalla caduta di acqua da sopra o di flusso e con l'aiuto della ruota, l'invenzione che ha cambiato la storia umana, si sono trasferiti macchine semplici e quindi complesse, che copre la maggior parte delle esigenze delle societa pre-industriali.

Il mulino ad acqua di Nonoulos consiste in pietra costruito costruzione relativamente di piccole dimensioni

Le parti principali che incontriamo nel mulino ad acqua sono:

Il Millrace (ingresso)

Il Mylovageno

Il tornado (sifone)

La Croce

L'Axis

La girante

Le Macine

Il Skafida

Il Alevrothiki

The Millrace (- uscita)


Informazione istoriche

Il mulino e il ponte, devono il loro nome al Nonoulo Galanou, residente locale.

Il proprietario del ponte era una povera donna nella regione, che ha dovuto passare il flusso spesso impetuoso e pericoloso da un vecchio ponte di legno sul fiume, al fine di commercializzare i suoi prodotti alle zone limitrofe. Lady Nonoulo, realizzando i rischi di attraversamento, sia per lei e per gli abitanti del villaggio, ha deciso di raccogliere i soldi -durata efforts- per dare loro per la costruzione di un nuovo, ponte piu sicuro. Lady Nonoulo causa l'atto e rimasto nella storia dando il suo nome al ponte e al vicino mulino.

Possibile data di creazione del mulino e lo stesso periodo in cui il ponte e stato costruito, intorno al 1880.


Informazioni supplementari istoriche, culturali, turistiche

Quasi ogni villaggio ha sorprese che sfidano / causare il visitatore alla scoperta di loro.

Kefalovryso, il vecchio grande villaggio della zona svolge un'intensa attivita economica anche oggi, perche, a parte le attivita zootecniche, ospita la fabbrica di lavorazione, il ben noto "industria metallurgica", nella quale sono stati fabbricati monete in euro.

Dolo e uno dei borghi piu belli della regione. Dal 1978 si tratta di un insediamento tradizionale funzionalita, grazie alle sue notevoli caratteristiche architettoniche, che erano scorte.

Oltre a opere della gente, Dolo e anche dotato dalla natura, che ha dato un paesaggio unico che si forma intorno burrone Kouvaras '.

Villaggio Palaiopyrgos ha anche un forte interesse archeologico, come sulle rive del fiume Gormos, in Plasi e Palioura posizione, gli scavi archeologici hanno portato alla luce due insediamenti dell'eta del ferro precoce.

Delvinaki e stato il centro storico di Pogoni per anni.

Un villaggio che si distingue sia per la sua rara bellezza e il suo patrimonio architettonico e Visani.

Nel villaggio di Oreokastro ci sono le fonti di Glava, da cui si forma Gormos River.

Uno dei piu importanti centri economici e amministrativi della regione e la sede del Comune di Ano Kalamas e Parakalamos che si trova ad una altitudine di 400 m. ed e 45 km. lontano da Ioannina.

Un gioiello naturale unico della zona e Zaravina Lake. Il lago e compreso nell'area della rete Natura 2000, sotto il nome di "Monte Douskon, Oraiokastro, Meropi foresta, Gormos pianura, lago di Delvinaki (GR 2.130.010)" banda infatti e uno dei motivi principali per l'integrazione della regione nella rete europea di aree protette.

In una zona ricca di vegetazione e la natura affascinante, ci sono la gola e le cascate di Kalamas.

Uno dei piu belli villaggi della regione, Pogoniani, si distingue sia per il suo ambiente naturale e il suo contributo culturale.

Costruito ad anfiteatro, in prossimita delle frontiere greco-albanese, si trova villaggio Staurodromi. Tra i suoi edifici, San Ioannis 'la chiesa battista spicca, che e stato costruito nel 1183 ed e uno dei piu antichi monasteri in Epiro.

Vicino alla stazione di frontiera e l'usanza del Kakavia, c'e villaggio Ktismata. Nella regione la macchia dell'antica cultura greca e evidente, perche evaluatively, in Ktismata sono conservati i ritrovamenti piu importanti di Pogoni. Ci incontriamo reperti dell'antica citta "Kastri", che e la seconda piu antica citta dell'Epiro.


 

 

 

 

 


#140 San Konstantinos (Vasiliko)

Posizione

Al posto Pirgos, vicino al villaggio di Vasiliko, si erge il monastero dei Santi Costantino ed Eleni.


Informazione di costruzione

In origine il monastero era parte del Monastero di Molivdoskepastos and fu costruito dal monaco N. Matsikatis nella seconda meta del 18° secolo. Secondo le fonti, i lavori di mantenimento ebbero luogo tra il 1883 and il 1888.

La chiesa centrale del monastero e costruito con stile a basilica ad una cupola e navata unica ed include il nartece, la navata ed il santuario.

All'interno,non attraversiamo affreschi ma ci sono pero' numerosi quadri d'interesse. L'unico ornamento del tempio e una dorata iconostasi in legno scolpito.

Tutt'intorno al Monastero, ad eccezione della chiesa centrale, sono dislocate le rovine di un edificio che probabilmente ospitava le celle del monastero, come anche il complesso ausiliario.


Informazione istoriche

 

Informazioni supplementari istoriche, culturali, turistiche

 

 

 

 

 

 


#141 San Nicola (Pogoniani)

Posizione

La Chiesa di San Nicola e situata al centro del villaggio di Pogoniani dal 1873.


Informazione di costruzione

Il magnifico tempio consta 57.000 piastre, un costo sostenuto dai residenti, con i soldi raccolti dalle attivita sociali.

Si tratta di basilica di grandi dimensioni a tre navate, e la sezione orientale termina con tre arcate semicircolari.

Internamente, e caratterizzata da 15 cupole, sorrette da 12 colonne e da muri interni.


Informazione istoriche

 

Informazioni supplementari istoriche, culturali, turistiche