Οικοδόμος

"Non perdere il coraggio, noi tutti sappiamo che la nostra grande diga non entra dentro queste quattro mura ...” Tasos Livaditis

Lunedì, 8 Agosto 2011

Muratura: tipi, dimensioni ecc. (Part B)

5.jpg

Muratura semi sbozzata



Nel nostro articolo intitolato"Muratura: tipi, dimensioni ecc. (Parte A)" c’era una presentazione nei particolari delle opera in muratura e delle variazioni prodotte. Oggi nella parte B, registriamo altri tipi di muratura, fatti con materiali diversi.

1) MURATURE IN PIETRA

Le murature in pietra (mura costruite in pietra) sono i tipi di muratura più antichi. Nell’architettura tradizionale Greca, la costruzione con pietra naturale è la più comune. Oggi però non è consueto costruire dei ponti ed edifici completamente in pietra a causa del loro alto costo sia dei materiali che della manodopera. E’ ben conosciuto però che per quanto riguarda la costruzione della muratura in pietra con eventuale rivestimento, esiste già una muratura in mattoni. La muratura in pietra si divide in categorie diverse a seconda di come viene lavorata la pietra. I tipi più famosi di muratura sono:

a. muratura in pietra senza malta

 

Muratura in pietra senza malta

Lemurainpietrasenzamaltaomurateasecco, sonoleoperainmuraturaeseguite senza la malta (fango) e con relativamente poca lavorazione sul posto della pietra. Si tratta del più vecchio metodo di lavorare la muratura in pietra. Oggi si tende ad abbandonarlo o ad usarlo solo nelle strutture di poca importanza (piccoli edifici secondari, bassi muri di supporto, o bassi divisori di recinti).

                                                                  

b . Muratura di macerie

1.jpg

Muratura di macerie 1

 

Muratura di macerie 2


Le murature di macerie sono opera in muratura costruite con pietre libere (che non sono state lavorate per niente o poco) e malta. Usata in muri sotterranee, in mura di contenimento, ma anche nelle sovrastrutture degli edifici. Lo spessore minimo della muratura di macerie è di 45-50 cm.

c. Muratura semi-sbozzata

2.jpg

Muratura Semi sbozzata (ponte di Arta)


Quella semi-sbozzata è muratura che viene assemblata con pietre semi-sbozzate (che sono state lavorate di più di quella fatta di macerie) e malta. Usata nei casi in cui siamo maggiormente interessati, l’aspetto di questa muratura come in edifici monumentali, residenze ed in genere in mura di cantine ed a piano terra.

La muratura in pietra è costruita su un lato e più raramente su ambo I lati con muratura semi-sbozzata, mentre il restante volume della costruzione è edificato con pietre libere.

d. Muratura a bugno

3.jpg

Muratura con pietre sbozzate (Acropolis)

4.jpg

Muratura con pietre sbozzate (Mycenae)

 

 

Muratura a pietre sbozzate (Grande Moschea, Didymoticho)

Lamuraturaabugno è ilmetodopiù anticodicostruzionein muratura, che venne usato per costruire dei monumenti molto importanti. Ogni pietra viene trattata in modo tale da acquisire la forma richiesta per la costruzione della struttura in muratura.

La muratura a bugno è usata per costruire delle mura nella costruzione di edifici, pilastri per ponti, arcate, cupole, mura di contenimento ecc. Nei tempi antichi la costruzione veniva effettuata senza malta. Inoltre, la resistenza della muratura si basa su come sono incastrate e sistemate le pietre. Ma per rafforzare la costruzione si usavano dei fermagli in metallo.

Oggi si usa la malta ma la sua incidenza è ridotta. Lo spessore delle giunzioni è di soli 3-6 mm mentre nelle murature di macerie lo spessore corrispondente è di 2 o 3 cm.

 

 

 

 

 

Gli Scalpellini

16/09/2011 10:18 

Site

1

Con la parola come contratto –e solo quella – organizzati in gruppi o ciurme, i "ntaifades" o grappoli, corporazioni o sindacati, I maestri di Ioannina –proprio come quelli di altre zone della Grecia- hanno fatto la storia con le loro elaborate costruzioni, e davvero impressionante è il loro stile di vita caratteristico, ma anche col loro linguaggio peculiare in codice sviluppato per comunicare uno con l’altro.
La struttura della loro associazione, secondo gli standard sopra descritti, era molto diversa, così come la loro maniera di amministrarsi, da parte delle potenti corporazioni professionali di Ioannina. Questi erano gruppi stagionali. Duravano dalla primavera all’inverno, quando a causa delle condizioni meteorologiche il loro lavoro terminava, in modo che si potessero riorganizzare per la primavera seguente e così via. Non esistevano contratti scritti, perché la maggioranza di loro era illitterata, così la parola del capo mastro era il contratto.


Zagori
Spazio e Tradizione
di Michael Arapoglou

Spazio e Tradizione sono due parole che sono state dimenticate dall’uomo della rivoluzione industriale. Oggi, in un’era colma di dispute eminenti e di ragionamenti, entrambe queste parole sono molto utili. Automaticamente si ritiene la tradizione che sia orale o scritta un trasferimento di abitudini da una generazione all’altra. Altre volte, il trasferimento viene effettuato con degli esempi. Per lo spazio esso è un’area definita da punti specifici. In questa area vive e si è sviluppata una società che tramanda le sue abitudini da una generazione all’altra. Lo spazio e la società, la società e la tradizione, sono forme che coesistono oggi, specialmente nelle zone agricole. Così chi studia la tradizione e lo spazio finisce per ritrovarsi nella maggioranza dalle volte nelle zone agricole.