L’Associazione Regionale delle Municipalità dell’Epiro è coinvolta, come Partner Guida, insieme alle Italiane Carpignano Salentino e Zollino, nell’applicazione dell’Atto «PIETRA E TRADIZIONE» sotto il Programma Europeo di Cooperazione Territoriale Grecia – Italia 2007-2013. L’area di intervento dell’Atto include le Unità Regionali di Giannina – Arta (Grecia) e la Provincia di Lecce (Italia). In particolare, l’area di intervento in Grecia copre le unità territoriali di Zagoria, Metsovo e Mastorochoria nell’Unità Regionale di Giannina e la regione di Tzoumerka che appartiene congiuntamente alle Unità Regionali di Arta e Giannina.

Gli Obiettivi dell’Atto

L’obiettivo principale dell’Atto è promuovere e preservare il patrimonio culturale delle regioni interessate. Queste due regioni sono dotate di un incredibile paesaggio naturale che si fonde armonicamente con le costruzioni umane. L’applicazione con successo dell’Atto aiuterà lo sviluppo delle riserve culturali delle aree e l’aumento delle visite ricevute con un più profondo sviluppo di forme alternative di turismo.

Più nello specifico, gli obiettivi dell’Atto sono definiti dai seguenti punti:

  1. Lo scambio di metodi e tecniche sull’arte della lavorazione della pietra.
  2. Il supporto ed il rafforzamento delle piccole-medie imprese per un loro più profondo sviluppo.
  3. Il rafforzamento della cooperazione transnazionale e degli scambi, e l’aumento del numero dei visitatori nelle Aree di Intervento.
  4. La promozione delle risorse naturali (pietra) che sono utilizzane nella costruzione e dell’uso della pietra nell’architettura come opera tradizionale.
  5. La diffusione delle arti tradizionali come elemento coerente con la natura.
  6. La promozione e l’utilizzo degli insediamenti tradizionali nel campo del turismo tematico.
  7. La promozione della cooperazione transnazionale tra Grecia e Italia nelle aree delle arti e della cultura.
  8. Il miglioramento delle attrattività delle Aree di Intervento e lo sviluppo di meccanismi per supportare il prodotto turismo.
  9. Lo scambio di conoscenza e competenze (in relazione alle abilità dell’arte della lavorazione della pietra) a livello locale, regionale ed internazionale.

I Risultati Attesi dell’Atto

I risultati attesi dell’Atto sono connessi direttamente allo sviluppo del turismo nelle Aree di Intervento.

Più specificatamente, l’applicazione dell’Atto dovrebbe portare risultati quali:

  1. L’aumento del numero delle valutazioni totali delle regioni del 15% entro il termine del progetto. Questo indicatore dovrebbe essere basato sulle sistemazioni notturne, basate su dati ufficiali provenienti da fonti statistiche.
  2. L’aumento della consapevolezza nel riguardo dei ponti in pietra tradizionali presenti nei villaggi. L’obiettivo sarà, per il portale dell’Atto, di attrarre almeno 1,000 visitatori unici ogni mese.
  3. L’incoraggiamento delle piccole-medie imprese a partecipare attivamente all’applicazione dell’Atto fornendo contenuti digitali per il portale dell’Atto. L’obiettivo è di portare alla partecipazione in questo sforzo almeno 300 piccole-medie imprese (turistiche).

Esse sono associate persino con profonde conoscenze circa i ponti in pietra, attraverso l’attività di centri informativi transnazionali. I Centri opereranno nei seguenti modi:

  • Distribuendo materiale informativo relativo all’architettura e al valore storico dei ponti in pietra (popolazione destinataria di beneficiari: almeno 300 professionisti, tra ingegneri, architetti, storici).
  • Organizzando (in Italia e in Grecia) due conferenze con invitati speciali.
  • Realizzando laboratori educativi.